Vai al contenuto
ACCOUNT

Accedi

ROYAL RAJASTHAN 10 notti – 11 giorni

Tipologia Tour

Durata

Partenza da :

Arrivo a:

Numero di partecipanti:

Tour collettivo

10 notti – 11 giorni

Delhi

Delhi

Minimo: 2 Persone 

Highlights

Royal Rajasthan tour collettivo India Rajasthan minimo 2 pax  partenza da Delhi passando per Mandawa, Khimsar, Jodhpur, Udaipur, Jaipur, Agra e rientro a Delhi

Itinerario

Giorno 1

DELHI Arrivo

All’arrivo a Delhi accoglienza in aeroporto e trasferimento in hotel (Crowne Plaza / The Suryaa o simile, 5*).  Capitale dell’India e porta importante di ingresso nel paese, la Delhi contemporanea è una metropoli vivace, dove l’architettura della parte vecchia contrasta con lo splendore formale della nuova in una perfetta miscela di antico e moderno. Muovendo tra snelli grattacieli e antichi monumenti, silenziosi retaggi di un passato opulento, la prima impressione di ogni visitatore che viaggi dall’aeroporto verso il centro è quella di una città giardino dai lunghi viali alberati che elimitano una serie di bellissimi parchi. Più tardi, visita dei principali luoghi di interesse della città vecchia e nuova: il Raj Ghat, memoriale in onore del Mahatma Gandhi nel luogo dove venne cremato, l’imponente moschea Jama Masjid, la più vasta del paese, simbolo opulento dell’impero moghul, la tomba di Humayun, la prima tomba-giardino del subcontinente indiano, il Qutb Minar, splendida torre persiana dalle proporzioni perfette e dalla notevole altezza di 72 metri. Una passeggiata in macchina nei pressi del Forte Rosso, Rajpath, la sede del Parlamento, la residenza presidenziale.

Giorno 2

DELHI / MANDAWA (265 km, 6 ore circa)

Prima colazione e spostamento a Mandawa, nello Shekhawati, il “museo all‟aria aperta” del Rajasthan. Sistemazione in hotel (Castle Mandawa / Desert Resort / Vivaana Haveli o simile) e, nel pomeriggio, breve visita di Mandawa, con le sue stupefacenti haveli, dimore di ricchi mercanti adorne di elaborati affreschi, la maggior parte delle quali risale al 18° secolo.

Giorno 3

MANDAWA / KHIMSAR (210 km, 5 ore circa)

Dopo la prima colazione trasferimento a Khimsar. Sistemazione in hotel all’arrivo (Fort Khimsar, heritage) e nel tardo pomeriggio jeep-safari nei villaggi circostanti

Giorno 4

KHIMSAR / OSIAN / JODHPUR (110 km, 2 ore circa)

Dopo la prima colazione partenza alla volta di Jodhpur con sosta lungo il percorso a Osian dai bei 16 templi jain e vaishnava risalenti dall’8 al 11° secolo che rappresentano la grandezza dell’architettura indiana. Proseguimento per Jodhpur, superba città fortificata dove si possono ammirare in tutta la loro pienezza i colori del Rajasthan, e sistemazione in hotel (The Fern Residency / The Ummed o simile, 4*).

Più tardi visita della città con il Forte Mehrangarh (la cittadella del Sole), che si erge maestoso contro il deserto su una distesa di case bianche e azzurre evocando lo spirito dei Rathores di Marwa, il locale clan Rajput dominante. Visita dei vari palazzi dai fregi delicati e dei musei che custodiscono i tesori della famiglia reale. A Nord del Forte e ad esso collegato, il Jaswant Thanda, monumento di marmo dedicato al popolare governatore Jaswant Singh II (1878-1895), che ripulì Jodhpur dalla piaga dei briganti, avviò i fondamentali impianti di irrigazione e potenziò l’economia.

Giorno 5

JODHPUR / RANAKPUR / UDAIPUR (295 km, 6 ore circa)

Prima colazione e spostamento a Ranakpur, magnifico complesso di templi jain nella tranquilla valle degli Aravalli, il principale del quale è il tempio ‘Chaumukha‟ che mostra la bellezza di 29 sale splendidamente scolpite e sostenute da 1444 colonne, tutte diverse l’una dall’altra. Altri due mirabili esempi sono quelli dedicati a Neminath e Parsvanath e il Tempio del Sole nei pressi. Proseguimento per la candida Udaipur, nota come la “Città dell’Aurora” e la “Venezia dell’Est”.  Pernottamento al Fateh Niwas / Ananta Resort o simile, 4*.

Giorno 6

UDAIPUR

Prima colazione. Palazzi da favola, vicoli quieti, fortezze arroccate che ricordano antiche battaglie, laghi, mosaici, atmosfera romantica: questa la bella Udaipur.  La visita ha inizio con il Palazzo di Città edificato sul lago Pichola nel 1725, un trionfo di marmo, granito, filigrane, mosaici, vetri, finestre decorate, labirinti di cortili, porte ornamentali, appartamenti, sale affrescate in un’eccezionale composizione artistica. Si visitano i musei, la sala delle udienze pubbliche, le camere private delle signore del palazzo e il Sahelion-ki-Badi, i bei giardini con il verde punteggiato di chioschi, fontane, stagni e statue. Più tardi un piacevole giro in barca sulle calme acque del lago dal quale si può ammirare la maestosità della città e la bellezza del Jag Mandir Palace, incantevole palazzo al centro dello specchio d’acqua. Al termine rientro in hotel.

Giorno 7

UDAIPUR / PUSHKAR /JAIPUR  (420 km, 7 ore circa)

Dopo la prima colazione in hotel, spostamento da Udaipur a Jaipur con visita di Pushkar lungo il percorso: di particolare interesse il tempio dedicato a Brahma, l’unico in India, e il lago sacro della cittadina, importante centro di pellegrinaggi hindu. Al termine delle visite, proseguimento del percorso alla volta di Jaipur, la città rosa capoluogo della colorata regione del Rajasthan, regno di fortezze, palazzi, morbide dune sabbiose. All’arrivo, sistemazione nella camera riservata (The Fern Residency / Lemon Tree Premier o simile, 4*), pernottamento.

Giorno 8

JAIPUR / AMBER FORT / JAIPUR

Dopo la prima colazione, escursione a pochi chilometri da Jaipur alla scoperta delle meraviglie del Forte dell’antica capitale Amber, la cui costruzione fu iniziata nel 17° secolo dal Maharaja Mansingh, il generale di maggior successo dell’imperatore moghul Akbar, e che divenne sede del potere ancor prima che fosse terminato il Palazzo di Città. Un elefante (o una jeep in caso di impedimenti) vi condurrà sulla cima della cittadella fortificata affacciata sul lago di Moat e circondata da bastioni. Una volta in altura, lo spettacolo mozzafiato del complesso di sale e cortili: all’interno del forte si dispiegano sale, specchi, colonne, pietre preziose, argenti, miniature e affreschi, a testimonianza delle immense ricchezze dei maharaja. Di enorme fascino il Sheesh Mahal o sala degli specchi dove è sufficiente ad illuminarla una sola piccola torcia che moltiplica la propria luce riflessa, appunto, nei tanti specchi che la rivestono. Rientro a Jaipur e sosta di fronte all’Hawa Mahal o ‘Palazzo dei Venti’, straordinaria ed elaborata facciata di arenaria rosa occhieggiante di finestre utilizzata in passato dalle dame di corte per osservare l’esterno senza essere viste.  Al termine rientro in hotel per qualche ora di riposo e, nel pomeriggio, visita completa della città di Jaipur cominciando dal City Palace, enorme complesso di palazzi squisiti, giardini e cortili, arti decorative e portali scolpiti; all’interno un piccolo e interessante museo con collezioni di manoscritti rari, armature, costumi, tappeti, dipinti e miniature. La giornata si conclude con il Jantar Mantar, lo stupefacente osservatorio astronomico all’aria aperta costruito nel 1726 da Sawai Jai Singh, il Maharaja di Jaipur scienziato, e ancora perfettamente funzionante.  Rientro in hotel.

Giorno 9

JAIPUR / FATEHPUR SIKRI /AGRA (240 km, 5 ore circa)

Colazione in hotel e trasferimento da Jaipur ad Agra, con sosta lungo il percorso a Fatehpur Sikri, suggestiva città fantasma che ha la grandiosità di una capitale e la suggestione di un sogno. Costruita nel tardo 16° secolo dal grande Imperatore moghul Akbar, fu presto abbandonata a causa della siccità ma i suoi magnifici palazzi, le sale, i portali, le ricche moschee, si sono mantenuti intatti nella loro bellezza. Arrivo ad Agra e, nel tardo pomeriggio, quando i raggi dorati del sole al tramonto lo avvolgono di un velo di irrealtà, visita del Taj Mahal (chiuso il venerdi), lo splendido monumento del quale tutto è stato detto e scritto ma che si rivela sempre sorprendente ed affascinante. 22 anni di lavoro e 20.000 uomini per erigere questo sogno di marmo, il misterioso “palazzo di perle tra i giardini e i canali”, il perfetto monumento all’amore voluto dall’imperatore moghul Shah Jahan in memoria dell’adorata moglie Mumtaz Mahal prematuramente scomparsa perché di lei non si perdesse mai il ricordo.

Interamente costruito in marmo bianco e incastonato di pietre preziose, è uno spettacolo che incanta ad ogni ora del giorno e della notte e da ogni angolazione, che lo si guardi alla luce eterea della luna o ai primi raggi rosa dell’alba, ammirato direttamente o riflesso negli specchi d’acqua del giardino. Pernottamento al Clarks Shiraz / Crystal Sarovar Premier o simile, 4*.

Giorno 10

AGRA / DELHI (205 km, 5 ore circa)

Prima colazione e visita del Forte Rosso, vasta cittadella dai tratti architettonici raffinatissimi e mirabile esempio di architettura moghul. Sede e roccaforte dell’Impero moghul, la struttura attuale deve le sue origini ad Akbar che vi fece erigere le mura, le porte e i primi edifici sulle rive orientali del fiume Yamuna. Shah Jehan aggiunse successivamente la moschea, mentre Aurangzeb fece costruire le mura esterne. Si visitano la Sala delle pubbliche udienze e i padiglioni reali e, al termine, si prosegue per Delhi. Pernottamento al Vivanta by Taj / Radisson Gurugram, 4*. 

Giorno 11

PARTENZA DA DELHI

Trasferimento in aeroporto in tempo utile per il volo di rientro in Italia.

La quota include

La quota non include

10 pernottamenti in camera doppia negli alberghi previsti dal programma o

similari di pari categoria con prima colazione – tutti i trasferimenti e le visite in veicoli privati con aria condizionata e autista – il jeep safari a Khimsar – il giro in barca a Udaipur – la salita a dorso di elefante (o in jeep) al Forte di Amber – l’ACCOMPAGNATORE LOCALE PARLANTE ITALIANO – gli ingressi ai siti archeologici e monumentali – facchinaggio e assistenza.

pranzi e le cene – le bevande, le mance e gli extra personali – il costo del visto di ingresso obbligatorio.

Note:

-Le camere triple sono decisamente e fortemente sconsigliate in quanto non attrezzate per un soggiorno comodo di tre occupanti, soprattutto se adulti: nella maggior parte degli hotel non c’è nella stanza un vero e proprio letto aggiunto ma una semplice brandina, non del tutto ideale per il riposo, se non addirittura un materasso posizionato per terra: questa sistemazione, se non opportunamente spiegata e accettata dai clienti all’atto della prenotazione, può dare origine a malumori, lamentele e richieste di rimborso. 

-Negli aeroporti le valigie possono essere sottoposte a controlli piuttosto severi e può accadere, in occasione di voli interni, che il bagaglio destinato alla stiva vada identificato per motivi di sicurezza prima di salire a bordo.

-I ritmi di un viaggio in India possono essere intensi: talvolta è necessario alzarsi di buon’ora, le tappe possono essere lunghe, soprattutto nella regione del Rajasthan dove le condizioni delle strade spesso non consentono di precedere ad una velocità superiore ai 50 km orari. I voli interni prevedono un check-in anticipato e di tanto in tanto presentano dei ritardi nella partenza, ma la bellezza del luoghi e l’intensità del paese ricompenseranno in ogni caso di questi piccoli disagi. Il modo migliore per godere a pieno di un viaggio in un paese complesso ma del tutto straordinario come l’India è immergersi completamente nell’atmosfera e rilassarsi, provando a mettere da parte la nostra frenesia occidentale

ABBIGLIAMENTO – Indumenti pratici e leggeri, preferibili in cotone o altre fibre naturali con calzature fresche e comode per le escursioni e qualche capo più formale in caso di soggiorno in strutture di buon livello. Da prevedere nelle zone montane scarpe sportive adatte alle camminate e un abbigliamento stratificabile con qualche capo più caldo. Utili un cappello, occhiali da sole, una giacca a vento, una sciarpa di cotone, una felpa o un maglione per proteggersi dagli sbalzi di temperatura dell’aria condizionata, burro di cacao per le labbra, creme solari protettive. Nella parte settentrionale del paese la stagione invernale può essere fredda ed è quindi opportuno avere con sé un indumento di lana.  Preferibile muoversi con un bagaglio non troppo ingombrante e con una borsa di scorta: in India si compra molto data la varietà, la bellezza e la convenienza delle merci ed è quindi consigliabile avere un po’ di spazio a disposizione per gli acquisti.  

CONSIGLI SANITARI Nessuna vaccinazione obbligatoria, da osservare alcune precauzioni che possono riassumersi nel bere esclusivamente bibite in confezioni sigillate o acqua sterilizzata , consumare cibi ben cotti, evitare ghiaccio e latte non bollito, lavarsi frequentemente le mani, non bagnarsi nelle acque dei fiumi e dei laghi. E’ opportuno avere con  sé aspirina, disinfettanti intestinali, antipiretici, antidolorifici, e, se si segue una terapia, i medicinali necessari in quantità sufficiente per l’intera durata del viaggio trasportati nel bagaglio a mano. E’ consigliabile che ipertesi e cardiopatici consultino il proprio medico sull’opportunità dell’effettuazione di un viaggio in Sikkim o Ladakh a causa dell’altitudine. 

Scegli tra le linee di prodotto

Altre proposte:

Varanasi India

Discovery India 7 notti – 8 giorni

Discovery India tour collettivo di 8 giorni 7 notti con partenza da Delhi proseguendo nel Rajasthan fino a Jaipur e proseguendo tra Uttar Pradesh e Madhya Pradesh con Fatehpur Sikri, Agra, Orchha, Khajuraho, Varanasi. Possibilità di arricchire il tour con eventuali esperienze facoltative

Leggi Tutto »
Varanasi

INCREDIBLE INDIA 14 notti – 15 giorni

Incredible Inda tour collettivo India per un’esperienza completa del nord India, dal Deserto del Thar fino al Gange nel Rajasthan Madhya Praedesh e Uttar Pradesh visitando Delhi, Mandawa Bikaner Jaisalmer Jodhpur Udaipur Jaipur Agra Khajuraho Varanasi

Leggi Tutto »